Accedi

Effelog

Ver. 16.01 (BETA)
Info su Effelog Iscriviti a questo sito

Quando Firefox ti blocca i download

Pubblicato da Fabio il 22/03/2015 alle 14:49 in "Informatica".
Recentemente il famoso browser dal Panda Rosso ha aggiunto una nuova feature che consiste nel monitorare i file scaricati da internet ed eventualmente bloccarli se ritenuti sospetti.
Fino a qui, niente di cui lamentarsi: Mozilla si conferma attenta alla sicurezza, molto più dei suoi concorrenti. Però, quando ci si ritrova ad avere a che fare con questo "Improved Malware Detection", c'è poco di cui essere soddisfatti.

Come funziona? Semplicemente, quando andrete a scaricare un file, verranno inviate le relative informazioni (url, metadati, IP), ai server di "Google Safe Browsing" e in caso di file sospetto otterrete qualcosa del genere:

Safe Browsing o Safe Spying?
Safe Browsing o Safe Spying?

Quindi i server di Google ricevono da Firefox informazioni su tutti i file che stiamo scaricando; se state pensando alle conseguenti problematiche di privacy, bravi, non siete i soli a chiederselo.

In pratica i problemi di questo "Improved Malware Detection" sono:

  • non è possibile disabilitarlo, a meno di disabilitare totalmente il sistema di "Safe Browsing"
  • si invia le informazioni relative ai nostri download ad un server terzo (Google) e non è chiaro cosa ne venga fatto
  • il download viene comunque effettuato, ma appena completato il file viene cancellato automaticamente dal computer (inutile spreco di banda)
  • non viene segnalato all'utente (con un pop-up o simili) che questo download non può essere completato, ma se ne rende conto solo quando va a visualizzare la cronologia dei download, dove è riportata la dicitura "Bloccato: potrebbe contenere virus o spyware"
  • in tutte le prove che ho fatto il sistema blocca erroneamente anche file assolutamente innocui, come quello mostrato (in questo caso è colpa di Google, probabilmente)


Safe Browsing o Safe Spying?
Lascia un commento.

Floppy non funzionante su Debian 6

Pubblicato da Fabio il 23/02/2014 alle 20:40 in "Informatica".
Ultimamente mi sono ritrovato con la necessità di leggere alcuni floppy con il mio PC sul quale gira la famosa distribuzione Linux Debian "Squeeze" 6.
Una volta inserito il floppy nel drive, cliccavo sull'icona e niente veniva montato, sembrava ci fosse un errore nel file system tale da impedire il proseguimento dell'operazione.
Il drive ed i dischi erano sani, quindi non si trattava di un problema hardware (in realtà mi sarei stupito del contrario quella elettronica è "bella robusta").

Cercando in rete ho trovato che il problema è abbastanza diffuso sia su Debian, che sulla derivata Ubuntu.
A quanto pare esiste un "work-around" per risolvere quello che, a tutti gli effetti, è un bug della famosa distribuzione.

In pratica è sufficiente aprire, con un editor di testo, il file: /lib/udev/rules.d/80-udisks.rules

All'interno del file, cercare le stringhe che riportano:
# PC floppy drives
#
KERNEL=="fd*", ENV{ID_DRIVE_FLOPPY}="1"

# USB floppy drives
#
SUBSYSTEMS=="usb", ATTRS{bInterfaceClass}=="08",
ATTRS{bInterfaceSubClass}=="04", ENV{ID_DRIVE_FLOPPY}="1" 
E sostituire gli "1" con degli "0" SOLO nelle stringhe sopra riportate.
Una volta riavviato il PC il floppy è tornato a funzionare regolarmente.

Ovviamente fate attenzione a modificare il file, perché contiene i dati di configurazione di tutti i dischi e memorie (HD, CD-ROM, Floppy...).
Lascia un commento.

Come identificare una distribuzione Linux

Pubblicato da Fabio il 28/07/2013 alle 15:17 in "Informatica".
A volte si può presentare la necessità di identificare quale distribuzione GNU/Linux sia installata in un determinato PC, per scoprirlo sono disponibili alcuni comandi da digitare da shell.

Il primo è:
uname -a
Il comando "uname" serve a visualizzare le informazioni di sistema tra le quali: la versione del kernel e l'architettura del calcolatore.
Un esempio di risultato del comando può essere il seguente:
Linux fabio13 2.6.32-5-amd64 #1 SMP Fri May 10 08:43:19 UTC 2013 x86_64 GNU/Linux
Invece, per determinare la distribuzione installata basta usare il comando:
lsb_release -d
Un esempio di risultato del comando può essere il seguente:
Description:	Debian GNU/Linux 6.0.7 (squeeze)
Lascia un commento.

Music server con mt-daapd

Pubblicato da Fabio il 17/03/2013 alle 15:40 in "Informatica".
Grazie al protocollo DAAP è possibile realizzare un music server con il quale centralizzare la propria raccolta di musica e distribuirla ai vari PC connessi alla rete LAN.

Per questi utilizzi, su Debian, è disponibile il pacchetto mt-daapd, un "demone" che fornisce il servizio DAAP trasformando il PC in un music server.
Una volta installato il pacchetto in questione si tratta di modificare il file di configurazione a seconda delle proprie esigenze, con il comando (da lanciare con i privilegi di root):
gedit /etc/mt-daapd.conf
Sempre da root con il comando:
mt-dappd -f
potete lanciare il demone e verificare che parta regolarmente.

Per fare in modo che il servizio DAAP sia visibile e accessibile dai client (come ad esempio Rhythmbox) dovete avere le porte: 3689 UDP e TCP aperte (demone DAAP) e 5353 UDP e TCP (demone AVAHI).
Una volta configurato correttamente il demone e il firewall, sul vostro lettore audio dovreste ottenere qualcosa del genere.

Daap Music Server
Daap Music Server

PS: L'unico problema è che il progetto mt-daapd sembra sia stato abbandonato ed il suo sviluppo interrotto. sad
Lascia un commento.

La musica nello stato di Pidgin

Pubblicato da Fabio il 03/02/2013 alle 20:31 in "Informatica".
Ho scoperto per caso cercando nel gestore dei paccheti della mia Debian 6.0 un simpatico plugin di Pidgin, si tratta di MusicTracker.

MusicTracker is a plugin for Pidgin (previously known as Gaim) which displays the music track currently playing in the status message of various accounts such as AIM, Yahoo, MSN, Gtalk (Jabber), etc.

Per utilizzarlo basta installare il pacchetto pidgin-musictracker e attivare il plugin all'interno del menu di Pidgin: Strumenti -> Plugin.
All'interno del menu di configurazione è possibile scegliere il riproduttore musicale da monitorare ed il formato da utilizzare per generare gli stati di Pidgin (io ho optato per un semplice "On air: titolo (autore)").

Quando il plugin è attivo, il campo di Pidgin dove inserire lo stato rimane comunque vuoto, però il titolo del brano viene visualizzato correttamente. In questo modo, quando si inserisce manualmente uno stato in Pidgin il plugin automaticamente smette di funzionare.

Bene, ora tutti i miei contatti sapranno che "razza" di musica ascolto. smile
Lascia un commento.

Licenza Creative Commons Effelog ed i suoi contenuti sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons 4.0 Internazionale.

Effelog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Effelog NON utilizza cookies per la profilazione degli utenti, per maggiori informazioni si rimanda alla pagina relativa

©2007-2017